La storia

La Val di Sole, quale porta di accesso ai gruppi montuosi dell’Ortles-Cevedale, della Presanella,e del Brenta , fu nell’attenzione della Sat fin dai primi anni di vita.

Tale attenzione è comprovata dai diversi rifugi costruiti sui nostri monti(Larcher 1882-Denza 1896-Dorigoni 1903-Mantova ai Crozi del Taviela 1906) e dei “Congressi” tenuti in valle(in totale 16 dei quali 6 a Malè).

A Malè nel 1891 la Sat istituì una stazione meteorologica, in seguito distrutta a causa dell’incendio del 24 luglio 1892.

In questa triste circostanza la Sat si fece promotrice di una sottoscrizione e raccolse l’allora considerevole cifra di 919 fiorini.

Il primo socio della Sat residente a Malè fu Antonio Sassudelli nel 1876.

Con il passare degli anni e a seguito dei Congressi tenuti a Malè (1879-1899-1910-1921-1950 e 1974) i soci aumentarono e nel 1903 fra gli iscritti risultava esserci il Municipio di Malè.

Il numero sempre crescente dei soci nelle varie valli del Trentino,l’aumento delle attività svolte e le nuove esigenze operativa portarono alla costituzione delle Sezioni.(prima operavano nelle vallate i “ Delegati” nominati direttamente dalla Sat Centrale).

Per quanto riguarda Malè la data ufficiale di costituzione risulta essere il 18 agosto 1942 anche se esistono delle tracce di una precedente costituzione che non risulta possibile provare in quanto, probabilmente per cause belliche,i documenti ufficiali sono andati distrutti.

Negli archivi della Sat Centrale esiste della corrispondenza dalla quale si può dedurre che una Sezione esistesse a Malè già negli anni 1932/1933 ed alla cui reggenza venne posto il Signor. Comm.Guido Emeri.

Forse anche perché il reggente risiedeva a Malè solo saltuariamente, la Sezione ebbe vita stentata con attività pressoché nulla ed in seguito i soci della Sezione furono iscritti presso la Sat Centrale.

In data 11 luglio 1942, dopo vari ed inutili tentativi per trovare una persona disposta ad assumersi l’impegno di ridare vita alla Sezione, venne contattato il Signor Guido Casna, il quale accettò l’incarico.

La sua nomina venne in seguito ratificata dal Cai in data 18 agosto 1942 e venne data notizia della ricostituzione della Sezione anche a mezzo stampa mediante pubblicazione sul giornale Il Brennero.

La Sezione Sat di Malè a questo punto, dopo lunghi anni, è ufficialmente costituita ed operante.

La Sezione ha continuamente incrementato il numero dei soci e può essere considerata parte integrante della Comunità.

L’impegno della Sezione per valorizzare la nostra montagna è stato notevole.

Ricordiamo nei primi anni del dopoguerra la realizzazione della Baita Regazzini. In tempi più recenti le costruzioni del Rifugio Mezòl sui ruderi di una vecchi malga con il ricupero del pascolo attiguo abbandonato da anni e il bivacco Dino Marinelli.

La Sezione,oltre alla cura del rifugio, del pascolo e del bivacco, si occupa della manutenzione dei sentieri in catasto Sat della zona ed è sempre presente alle varie manifestazioni locali e organizza la Festa D’Autunno e il Raduno Sci-Alpinistico, appuntamenti divenuti ormai tradizionali

Altra attività importante è costituita dalle escursioni in montagna alle quali partecipano un buon numero di Satini e Amici.

Seppur iniziata da poco, ha avuto un enorme successo l’attività escursionistica riservata ai ragazzi (8-11 anni) con lo scopo di far loro conoscere amare e rispettare la montagna e per i quali vengono studiati percorsi su misura con accompagnatori competenti che hanno frequentato speciali corsi di preparazione.

Back to Top